in , ,

Amedeo Bocchi, la luce della bellezza e della “vita vera”

La mostra sarà visitabile fino al 27 maggio

Quattro le sedi della mostra dedicata ad Amedeo Bocchi, a Parma dall’11 marzo al 27 maggio: Palazzo Pigorini, il Museo Amedeo Bocchi, la “Sala Bocchi” di Cariparma e Piacenza, la Sala Bocchi della Galleria Nazionale di Parma.

La retrospettiva curata da Luciano Caramel rende omaggio a una figura singolare nella storia dell’arte del Novecento, rivisitando l’intero percorso del pittore, dalla formazione a Parma alla maturità di Roma. I dipinti scelti, un’ottantina, mettono in evidenza entrambi gli ambienti, umani, geografici e soprattutto culturali. A Parma sarà dedicata una prima tranche della mostra, che, con la veduta de La torre di San Giovanni a Parma, del 1898, e con ritratti dei familiari, degli amici e dei suoi primi collezionisti, presenterà altri lavori poco noti, a cominciare dal grande disegno a carbone di Uomo sdraiato con calzoni di eccezionale forza e grande qualità. Parte integrante, e di specialissimo interesse, dell’esposizione sarà inoltre la Decorazione della Sala del Consiglio della Cassa di Risparmio di Parma, uno dei risultati in assoluto maggiori del Liberty italiano.
Molto numerose saranno le testimonianze del Bocchi ritrattista: dai ritratti delle due mogli e della figlia, alle protagoniste del bel mondo dell’epoca, a molti personaggi, soprattutto femminili, di primaria importanza lungo tutto il ricco percorso del maestro. Vi saranno anche alcuni paesaggi, come quelli di Terracina, alcuni quadri di soggetto sociale, come il Cassoniere, i Pescatori delle Paludi Pontine, A sera sui gradini della Cattedrale, Il granoturco.
Una vera sorpresa, infine, saranno i frutti estremi dell’arte di Bocchi, l’Autoritratto in giardino con le modelle e Pensando alla teoria di Newton, testimonianza tragica, quest’ultimo, dell’avvicinarsi della morte.

Oltre che da collezioni private e da quelle del Comune di Parma, della Fondazione Monte di Parma, della Fondazione Cariparma e della Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza, numerose opere esposte provengono da importanti musei: dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma e dalla Galleria Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, dalla Galleria Ricci Oddi di Piacenza e dall’Accademia di San Luca di Roma.

Amedeo Bocchi, la luce della bellezza e della “vita vera”
Parma
tel. 0521 218967
www.mostraamedeobocchi.it

Avatar

Written by Redazione

Lascia un commento

Addio alla neve, benvenuta primavera

In India per massaggi Ayurveda